Ricordo di Gian Giacomo Fissore

FISSOREIl 22 giugno 2019 ci ha lasciati Gian Giacomo Fissore, che ha insegnato Paleografia e Diplomatica nell’Università di Torino dal 1972 al 2009, prima come incaricato poi come professore ordinario. E’ stato tra i soci fondatori del CRISM, al cui servizio ha sempre messo, fino all’ultimo, le sue competenze. Ha anche fatto parte del comitato di redazione del «Bollettino storico-bibliografico subalpino» e del direttivo del Centro studi sui Lombardi e sul credito nel medioevo di Asti, intitolato a Renato Bordone. Era socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino.
Si è principalmente occupato di ricerche di Diplomatica, di storia del notariato, di edizioni di fonti medievali. Ha anche esplorato le origini del documento in età protostorica e pre-scrittoria. Ha curato i volumi Piemonte 1 e 2 delle Chartae Latinae antiquiores (Dietikon-Zürich 2000-2002). Il suo libro Autonomia notarile e organizzazione cancelleresca nel comune di Asti: i modi e le forme dell’intervento notarile nella costituzione del documento comunale, pubblicato a Spoleto nel 1977 (Centro italiano di studi sull’alto medioevo) ha impresso una svolta decisiva alla conoscenza del notariato cittadino come protagonista attivo della realtà comunale italiana.

  • Facebook
  • Twitter
  • Email
  • RSS