Boschi e controllo del territorio nel medioevo

Il volume Boschi e controllo del territorio nel medioevo, a cura di G. Chiarle,  Torino La Cassa 2008, è uno dei pochi volumi in cui il CRISM risulta come editore, insieme con il GAT (Gruppo Archeologico Torinese) e l’Ecomuseo della Val Ceronda. Contiene gli atti della giornata di studi dal titolo Confine, rifugio, difesa, svoltasi a La Mandria (Venaria) il 20 ottobre 2007. Per rispondere a domande non solo locali della ricerca sui rapporti fra castelli e zone boschive si sono impegnati Aldo A. Settia (Università di Pavia) sulla dinamica del rapporto fra boschi e castelli, Bruno Andreolli e Paola Galetti (dell’Università di Bologna) su bosco e incolto nei lessici mediolatini e sulle condizioni concrete di vita medievale nelle aree boschive e, infine, Giancarlo Chiarle e Luca Nejrotti sull’incidenza di signori e comunità nella zona specifica e sui mulini della val Ceronda. La Presentazione è di Giuseppe Sergi.

  • Facebook
  • Twitter
  • Email
  • RSS